Come scegliere una ottima cucina in 7 punti

arredamento cucino

Vero cuore di ogni abitazione, la cucina non è un semplice spazio per preparare il cibo, ma una stanza in cui vivere. Una zona di aggregazione, di famiglia, di peccati di gola e di tentazioni.


Noi di Habita, grazie alla nostra decennale esperienza, siamo in grado di suggerire ad ogni cliente la soluzione ideale per le sue necessità. Siamo specializzati in cucine componibili e su misura, con un occhi di riguardo alla qualità dei materiali.
Ma siete davvero sicuri di sapere che tipo di cucina volete? Pensateci bene tenendo a mente questi sette punti fondamentali:

1 - Qualità
Se state arredando la vostra nuova casa, la cucina può essere l'investimento più oneroso.
Non cedete alla tentazione di risparmiare! Ricordate che utilizzerete la vostra cucina ogni giorno, almeno due o tre volte al giorno.
Per sopportare un uso tanto intensivo sono necessari materiali di qualità. È meglio spendere qualche soldo in più all'inizio, che rischiare di dover sostituire una cucina scadente dopo pochi anni di utilizzo.

2 - Marche affidabili
È importante spendere bene i propri soldi, affidandosi a marchi riconosciuti e dall'affidabilità comprovata.
Marche come Habita Design Casa, che da anni si occupa dell'arredo delle case di centinaia di italiani.

3 - Tipi di cucine.
È importante analizzare la struttura della stanza che adibirete a cucina, in modo da capire qualche mobili siano più adatti alle vostre esigenze. È importante che tutti gli elettrodomestici siano raggiungibili facilmente, che ogni sportello si apra agevolmente e voi possiate spostarvi nella stanza anche sorreggendo carichi pesanti.
Una cucina lineare è adatta ad una stanza stretta e lunga. Se potete disporre i mobili su due pareti parallele, meglio la cucina a binario: fornelli da un lato, lavelli sull'altro. Se le due pareti sono perpendicolari, invece una cucina ad angolo (detta anche a L) è la soluzione ideale.
Se avete tre pareti a disposizione la miglior scelta è la cucina a golfo, detta anche a C.
Per le stanze più grandi ci sono le cosiddette cucine ad isola, con un grosso ripiano nella zona centrale da utilizzare come tavolo di lavoro o da pranzo. Esistono anche i cosiddetti modelli a penisola, in cui il tavolo è collegato ad una delle quattro pareti.

4 - Attenzione ai materiali
Ceramica, laminato, acciaio, marmo, quarzo? Prestate attenzione ai materiali: non differiscono solo nell'aspetto fisico, ogni materiale ha proprietà diverse e avrà bisogno di diversi tipi di pulizia.

5 - Ottimizzazione degli spazi
Assicuratevi che i mobili che avete scelto rientrino negli spazi della vostra casa. A casa, fate delle prove in casa simulando l'ingombro dei mobili con degli scatoloni. Tenete conto anche di finestre e degli attacchi per luce, gas, acqua e posizione della cappa fumaria.

6 - Stile
Anche l'occhio vuole la sua parte: scegliete mobili che si abbinino al resto dell'abitazione.
Attenzione anche ai rivestimenti. Se i mobili avranno toni scuri, pareti e pavimenti dovrebbero essere chiari, e viceversa. Evitate nelle cucine il parquet: facilmente macchiabile, e poco resistente all'usura e all'umidità.
La cura dei dettagli può rendere splendida anche la più economica delle cucine.

7 - Elettrodomestici
Scegliete degli elettrodomestici funzionali. Anche qui, cercate di preferire la qualità al risparmio. Il discorso vale soprattutto nelle cucine con elettrodomestici integrati ai mobili: hanno misure particolari, e sarebbe complicato sostituirli in caso di rotture.